Razze e Culture

Elfi di Alwenion

Quando gli Orchi misero a ferro e fuoco l’antico regno di Alwenion, la maggior parte degli abitanti si diede alla fuga.

La capitale scomparve, secondo le leggende ad opera di Gweinian e gli Elfi di Alwenion furono costretti ad intraprendere un lungo esodo, a bordo di navi o di carri, oppure trasportati solo dai propri piedi.

Gli Elfi Alwenioniani hanno conosciuto da allora un’esistenza nomadica, ospiti spesso sgraditi delle comunità delle altre razze, in particolare di quelle umane.

Solo ultimamente, con la rifondazione di comunità Elfiche stabili, la maggior parte delle carovane e dei nomadi Alweoniani ha fatto ritorno ad un’esistenza stanziale.

Durante il lungo periodo in cui sono rimasti a stretto contatto con le altre razze, gli Alweoniani ne hanno assimilato alcune peculiarità, come l’uso del denaro (sconosciuto agli Elfi di Lossendor).

La condizione di profughi ha spinto alcuni Alwenioniani a procurarsi di che sopravvivere anche con mezzi illeciti, il che ha dato una cattiva fama alle carovane Alwenioniane, che per quanto di vecchia data ancora oggi riemerge in alcune occasioni.

I giocatori che interpretano questa razza iniziano dai cerchi presso Vinyara (consigliato) o presso le rovine di Eldaloth.